Cara amica, prova ..

Cara amica,

prova...prova a tornare ai tuoi 12 anni e ogni mese a confrontarti con dolori addominali lancinanti, a telefonare a casa da scuola per farti venire a prendere perchè stai male.
Prova...prova anche solo per una volta a tornare ai tuoi 16 anni...a far firmare a tua madre una giustificazione al mese per i tuoi 2/3 giorni di assenza al liceo scrivendo nella motivazione "indisposta"... a programmare le uscite con le amiche col calendario alla mano per evitare i giorni del ciclo altrimenti non ce la fai nemmeno ad uscire da casa...
Prova...prova anche solo per una volta a tornare ai tuoi 20 anni...con gli ormoni che impazziscono...e a cimentarti per le tue prime volte col sesso, questa meraviglia sconosciuta...e a fingere...a ritrarti per il dolore...a giustificarti...a nasconderti...
Cara amica...prova...a trovare il compagno della tua vita...a progettare viaggi, casa, famiglia, figli...ed a veder sgretolarsi davanti ai tuoi occhi tutto in un attimo, in un pomeriggio d'inverno nello studio buio di un ecografo esperto che ti racconta di una malattia cronica e invalidante che ti accompagnerà per il resto della vita.
Prova...prova per un attimo solo ad avere di nuovo 25 anni...e a diventare improvvisamente un'esperta in ginecologia, a fare i conti con medici, ospedali, interventi chirurgici, e ancora dolori, a spendere i tuoi primi risparmi in ticket e ricevute mediche, quando magari te li vorresti spendere in belle vacanze oppure in una borsa alla moda.
Prova...a inventare scuse con parenti e amici e a rifiutare inviti a uscite o cene perchè non ce la fai e non te la senti di dover sempre spiegare qualcosa che è troppo complicata anche per te stessa.
Amica...prova...prova ancora...prova a inseguire il sogno della vita di avere un figlio, a confrontarti con ormoni, calendari, a programmare i tuoi rapporti sessuali, a entrare nel meraviglioso mondo delle cliniche della fecondazione assistita, a lottare contro leggi assurde che non ti tutelano, a vedere passare accanto a te amiche che sfornano figli come filoni di pane e tu che guardi ogni sera la tua pancia e ti chiedi perchè doveva succedere a te...
Prova...prova solo un giorno ad affrontare una giornata di lavoro senza aver dormito, imbottita di analgesici, ad avere sempre e comunque il sorriso sulle labbra quando dentro vorresti urlare di dolore, a dover sempre e comunque rendere il 100%, con persone intorno che non capiscono cosa provi e che neanche puoi biasimare per questo.
Prova...prova per un giorno soltanto...a mentire spudoratamente a chi ti ama dicendo "Sto bene!" quando sai benissimo che non ci credono perchè lo sanno come stai, ma ti dicono "ok" lo stesso perchè sanno che non sopporti il pietismo.
Amica...prova...prova anche solo per un giorno ad immaginare il meraviglioso compagno che hai accanto...e a desiderare di renderlo padre e sapere di non potere, a vederlo accanto a te ad ogni visita, in ospedale ad aspettarti fuori dalla sala operatoria, a sopportare le tue crisi isteriche, i tuoi pianti, i tuoi rifiuti in camera da letto e a volte chiedergli anche "macchittelofafà".
Prova...cara amica, a svegliarti una mattina, col dolore che ti strappa le viscere e a sorridere comunque alla vita nella speranza che qualcosa cambi un giorno e finiscano le tue sofferenze e tu finalmente cominci a VIVERE.

Editore: 
Autore: