Pensieri rallentati

Pensieri rallentati
di Alessandro Pesci

Troppo in fretta fuggono i pensieri,
ci trapassano quasi senza toccarci,
non li sentiamo, non li viviamo,
sono scaturiti da noi, ma quasi non ci appartengono,
li abbiamo usati, ma quasi senza rendercene conto,
non ne abbiamo il tempo, già urge un nuovo pensiero,
è la vita stessa che ha troppa fretta,
e a fatica ne teniamo il passo.
Ma c’è un momento, breve ma lungo,
in quell’oblio che precede il sonno,
dove i pensieri sono rallentati, quasi palpabili,
vanno e vengono, in un alternarsi di sogno e realtà,
possiamo quasi leggerli, accarezzarli,
gli occhi si chiudono e sentiamo colori e movimenti, più che vederli,
si riaprono e vediamo suoni e voci, più che sentirli,
le immagini hanno il tempo di ripetersi, perché non sappiamo
quando iniziano e quando finiscono,
sappiamo solo che ci piace, perché in quel breve ma lungo momento
ritroviamo una parte di noi stessi.

Genere: 
Editore: