Non edito

Il vestito nuovo (anni '30, epoca fascista)

Finalmente domenica. Oggi si va a ballare, indosserà il vestito nuovo appena ritirato dal sarto.

Di questi tempi si trova solo stoffa “autarchica”, non è certo di qualità, ma fa comunque una certa figura.

Del resto non avrebbe avuto i soldi per comprare qualcosa di meglio anche se ci fosse stata.

Si veste, si aggiusta bene e va a prendere la Wanda.

E' proprio una giornata calda anche se un po' nuvolosa, si avviano a piedi verso la sala da ballo dove troveranno gli amici.

E' abbastanza lontano ma fa piacere camminare un po'.

Italiano
Genere: 
Editore: 

AL FIORE DEL PARTIGIANO (la memoria sempre vivrà)

Fantastica è la luce,
che dai tuoi pètali traspare,
profusa alla montagna
che i tuoi ricordi ascolta.

Attraverso quei pètali
vedo il tuo volto,
la giovinezza dei vent’anni,
la voglia di vivere,
la gioia di amare.

La tua dimora è il sentiero,
il sentiero di montagna,
che verso il cielo guida
a quelle vette incontaminate,
come incontaminata è
la breve tua vita.

Nella serale penombra

Italiano
Genere: 
Editore: 

Ti cercherò fra i colori del vento

Violerò quella celata penombra
per cercare, NEL SILENZIO,
 il tuo volto smarrito.

Arriverò dal sentiero di un sogno,
fra le braccia di una foresta incantata
e nella penombra di un cielo che piange
ti cercherò in quel bosco d’autunno,
ma ti vedrò volare fra i colori del vento.

Arriverò con le ali della speranza
e ti rapirò all’angelica brezza
e voglio nel
SILENZIO DEL CIEL
 teneramente amarti
fra le stelle timidamente nascoste.

Italiano
Genere: 
Editore: 

Aiuto gli imbianchini!

Aiuto ! Aiuto ! Aiutoooooooooo!

Domani arrivano gli imbianchini !!!

Cominceranno dalla cucina e poi, via via, tutta la casa.

Ho deciso di fuggire in Mongolia.

Ti avviso per non farti stare in pensiero se non avrai mie notizie per un po'.

Non sono neanche sicura di poter sopravvivere ai lavori ed allo stress.

(Questo che cos'è? Si potrebbe buttar via. E di questo che te ne fai? A che ti serve?

Italiano
Editore: 

Cantare

Lontano

una notte,

sul monte,

solitario un pastore

cantare

a qualcuno

voleva,

ma in alto guardando

la luna e le stelle,

tremando,

un grido soltanto

ha levato.

 

Nessuno

è vicino.

Italiano
Autore: 
Genere: 
Editore: 

Qualcosa di nuovo

Ogn’uomo, ogni donna,

ogni pianta,

per viver al mondo ha bisogno

di luce, calore,

da cieli lontani, da fuochi vicini.

Qualcosa di nuovo

che illumini, scaldi, alimenti.

Qualcosa di nuovo.

 

Qualcosa per vivere,

crescere, amare

qualcosa, qualcuno.

Qualcosa ch’è atteso ogni giorno,

qualcosa che manca,

si spera che giunga, che arrivi

improvviso, insperato.

Qualcosa di nuovo.

 

Qualcosa che cambi la vita,

d’ogni uomo, ogni donna,

ogni pianta,

Italiano
Autore: 
Genere: 
Editore: 

Fondo valle

 

Le stesse montagne di oggi che vedo,

m’appaion più alte di quelle d'ieri,

mi manca a salire la fede, il coraggio...

...e in fondo alla valle cammino.

 

Per gl’erti sentieri più alti segnati

il passo è più incerto, insicuro,

non regge, non dura l’impegno...

... e in fondo alla valle cammino.

 

Ad altri, riusciti a salire, più in alto,

affido il ricordo, il pensiero, il saluto

a audaci stambecchi, saltanti...

... e in fondo alla valle cammino.

 

Italiano
Autore: 
Genere: 
Editore: 

Andarmene

Andarmene lontano

attraversare mari e confini

 

e portare i miei passi

verso altri destini.

 

Girare il mondo intero

e gli spazi cittadini.

 

Poi tornarmene qui

in mezzo alle mie genti

 

concimare la mia poesia

con  le passioni ardenti.

 

Fare sì che non muoia mai

la voce che tu senti.

Italiano
Genere: 
Editore: 

Gallo Romeo

Antonio aveva un gallo, di nome era Romeo.

Cantava erto e fiero tra fave e peperon.

Poi c’eran tre galline dai nome altisonanti,

con l’uovo sempre pronto per sodo o zabaion.

Ma c’era gente in giro con fare assai sospetto,

vedevan Re Romeo già dentro il pentolon.

Romeo, capìta l’aria, ruppe testè gli indugi,

cercò altri rifugi per viver la pension.

Italiano
Genere: 
Editore: 

Pagine